Pagnotta di Pasqua: la Romagna in tavola

Pagnotta di Pasqua: la Romagna in tavola

Pasqua si avvicina!
Ci siamo chiesti chissà qual è il dolce tipico con cui i nostri Amici festeggiano la domenica di Resurrezione?
Non vale dire colombe! 😛

Stavamo rispolverando un vecchio libro di ricette e ci siamo imbattuti in una bontà romagnola, tipica del forlivese, la  Pagnotta di Pasqua.

La storia vuole che la pagnotta veniva consumata dalla popolazione povera durante la mattina pasquale insieme all’uovo benedetto, e alcuni l’accompagnavano con qualche fetta di salame nostrano.

Gli ingredienti.

Di facile preparazione, per cominciare abbiamo bisogno di:
– 1 kg. di pasta di pane lievitata,
– 500 gr. di farina,
– 30 gr. di lievito di birra,
– 4 uova,
– 250 gr. di zucchero,
– 100 gr. di burro,
– scorza grattugiata di mezzo limone,
– latte q.b.

Pagnotta di Pasqua-hotel-san-salvador

La preparazione.

Si inizia amalgamando la pasta di pane lievitata unitamente a farina, uova, lievito di birra, zucchero e scorza di limone grattugiata.
Poi si aggiunge tanto latte quanto ne occorre per ottenere un impasto abbastanza morbido.
Impastato bisogna lasciare lievitare per almeno 12 ore.
Passate le 12 ore bisogna imburrare e cospargere di farina una tortiera dai bordi alti e versare l’impasto.
Si mette in forno caldo a 200° e si fa cuocere per circa 40 minuti finché la superficie non risulterà dorata.

Pagnotta di Pasqua-hotel-san-salvador-corriere-di-romagna

Fonte Corriere di Romagna